Avvisi

Tracy Chevalier - I Frutti Del Vento

Tracy Chevalier - I Frutti Del Vento

Abstract: 

Recensione a Cura di Girelli Carla e Lutzu Salvatore

 

 

 

Recensione: 
FRUTTI DEL VENTO di TRACY CHEVALIER "I frutti del vento" è un romanzo avvincente, ambientato nell'America della prima metà del XIX secolo, rievocata in maniera dettagliata quasi da potersi immergere nell'atmosfera dell'epoca. Ricostrisce la storia di James e Sadie Goodenough, che giungono nella Palude Nera dell’Ohio dopo aver lasciato la fattoria della loro famiglia d'origine nel Connecticut. Sadie non era mai andata a genio a nessun componente della famiglia di James, eccetto il fratello minore, e il suocero, un vecchio scorbutico, aveva parlato chiaro un giorno: meglio che il suo secondogenito, con la consorte e i loro figli andassero a cercare fortuna altrove, magari all’Ovest, dove la terra abbonda. Dopo un lungo viaggio, giungono alla Palude Nera, una landa desolata, dove l’acqua è putrida, il fango si attacca ai piedi e ai vestiti, le zanzare prolificano e quindi la malaria, d’estate, si porta via sempre qualcuno. Anziché spingersi nella prateria dove la terra è fertile, James Goodenough decide però di costruire la sua casa di legno proprio lì, in riva al fiume Portage per dimostrare a se stesso che la natura selvaggia della terra, con il suo groviglio di boschi e pantani, si poteva domare. La legge dell’Ohio prevede che un colono possa fare sua la terra se riesce a piantarvi un frutteto di almeno cinquanta alberi e lui accetta questa "sfida" per il suo amore viscerale per i meli: loro durano nel tempo, invece tutte le altre creature attraversano il mondo e se ne vanno in fretta, come i cinque figli che purtroppo perderà per via della malaria. James non piange alla loro dipartita: scava la fossa e li seppellisce. In quella terra inospitale egli pianta e cura con dedizione un magnifico frutteto di cinque file di alberi di mele Golden col piccolo vivaio in disparte che diviene la sua ossessione. Sarà, infatti, ragione di grandi conflitti con Sadie che, dal canto suo, odia quella Palude, e affoga i suoi dispiaceri nel sidro. Durante un campo di preghiera nella città di Perrysburg la natura selvaggia della donna esploderà, segnando irrimediabilmente il destino dei Goodenough nella Palude Nera: quello dei figli Robert, nato in quella Palude, amante degli alberi quanto il padre, e Martha, ragazza dolce e irresoluta, che partirà alla ricerca del fratello. "I frutti del vento" è un affresco di famiglia a tutto tondo, che scandaglia la vera natura di uomini e donne in cerca di fortuna, di riscatto o felicità, in lotta contro le avversità della vita, che nelle loro peregrinazioni si separeranno per poi riunirsi, se non altro temporaneamente. L'autrice Tracy Chevalier, statunitense, è divenuta famosa in tutto il mondo con "La ragazza con l’orecchino di perla", che immagina la vicenda che portò Jan Vermeer alla creazione del celeberrimo quadro; il libro ha ispirato anche un bellissimo film del 2003 con la regia di Peter Webber, candidato a tre Premi Oscar. Tra i suoi libri ricordiamo anche "L’ultima fuggitiva", "La dama e l’unicorno" e "Strane creature". Questo nuovo romanzo, edito per l'Italia da Neri Pozzi dal 28 gennaio 2016, sta già raccogliendo un grandissimo successo di pubblico e di critica.
Editore: 
Genere recensioni: 

Puoi trovarci anche su

Contatti

Biblioteca Comunale G. M. Dettori Tempio Pausania

Ex Convento degli Scolopi Piazza del Carmine

Tel: 079 671580

Orario di Apertura

Dal lunedì al venerdì: 8.00 - 14.00; 15.30 - 19.30.

Sabato 10.00 - 13.00 (solo prestito e restituzione libri)